Applicazioni

Certicloud Proof

Prima di avviare una contestazione è fondamentale acquisire la prova della condotta illecita nella maniera più corretta, così da impedire a terzi di contestare i fatti.
La contraffazione, il plagio, la riproduzione di fotografie protette da copyright, l'agganciamento a prodotti o all'immagine personale o commerciale altrui, ormai trovano il proprio habitat naturale nella diffusione telematica, tramite internet e i social media.
In tali casi, la condotta ordinaria prevede l'acquisizione dello screenshot del materiale pertinente, così da poter dimostrare in ogni sede ed in qualsiasi momento il fatto illecito. Il responsabile della condotta contestata, tuttavia, potrà contestarne l'efficacia disconoscendone provenienza, conformità o sostenendone l'alterazione da parte di un soggetto evidentemente interessato e coinvolto nei fatti, nonché l'assenza di una data certa.
Con il servizio CertiCloud Proof è possibile dare maggiore certezza al dato acquisito, rendendolo immodificabile, dotandolo di data certa, nonché permettendo all'utente la costante accessibilità e disponibilità del dato stesso. Tre sono le modalità di acquisizione:

  1. Esegui Screenshoot
    Semplicemente inserendo l'indirizzo web all'interno del quale si è riscontrato l'illecito, CertiCloud raccoglierà in maniera automatica l'evidenza per conto dell'utente;
  2. Salva file dal web
    Qualora l'evidenza dell'illecito sia sul web, ma non sia una pagina web (ad esempio nel caso di un catalogo pdf o di un qualsiasi altro file scaricabile), CertiCloud raccoglierà per conto dell'utente tale file;
  3. Carica file manualmente
    In taluni casi, quando per ragioni tecniche non è possibile accedere in maniera automatica a determinate pagine web tramite le due funzioni che precedono (ad esempio in caso di pagine protette da autenticazione) occorrerà acquisire la pagina manualmente e si potrà utilizzare CertiCloud sul file scaricato.
In tutti i casi la validità della prova è sempre tutelata 'by design', essendo verificabile sia con l'apposita funzionalità di CertiCloud, che riscontrando autonomamente il record inserito in blockchain.

Know-How

La funzione “Know-how” è studiata per documentare ciò che per natura è difficilmente dimostrabile: l'esistenza di un diritto di know-how o di un segreto commerciale. L'applicazione, quindi, identifica un diritto, così da facilitarne la tutela giuridica e la gestione, anche in un'ottica di sfruttamento economico, tramite licenze o cessioni.
Per segreto commerciale si intendono quelle informazioni aziendali o esperienze tecnico-industriali, comprese quelle di natura commerciale, che sono soggette al legittimo controllo del loro detentore, purché siano segrete, abbiano valore economico e siano sottoposte, da parte delle persone al cui legittimo controllo sono soggette, a misure da ritenersi ragionevolmente adeguate a mantenerle segrete. In senso analogo, il know-how è quel patrimonio di conoscenze pratiche non brevettate, derivanti anche da esperienze e prove, che è segreto, ha valore sostanziale ed è individuato. Il software permette l'individuazione del know-how, rappresentato in uno o più documenti che vengono mantenuti esclusivamente dal suo proprietario, in regime di segretezza, con successivo salvataggio dell'impronta digitale su blockchain (utilizzando l'algoritmo di Hash SHA256), al fine di identificare il documento e dimostrarne l'esistenza in una data certa.
Tramite le informazioni opzionali è anche possibile indicare il valore economico e le misure adottate per mantenere la segretezza dei dati.
Anche in questo caso, la validità del documento è sempre tutelata 'by design', essendo verificabile sia con l'apposita funzionalità di CertiCloud, che riscontrando autonomamente il record inserito in blockchain.

Design

La funzione “Design” - che di per sé non comporta alcuna valutazione circa l'esistenza dei requisiti di tutelabilità ai sensi della normativa in materia di disegni e modelli - è studiata per documentare la realizzazione di un modello, un prodotto o un disegno in capo al suo titolare, fornendo data certa in ordine alla sua ideazione e al suo aspetto, anche anteriormente alla sua divulgazione.
Il documento (con rappresentazione bi o tridimensionale, benché sia consigliabile la riproduzione nelle sette viste – sei facce e una prospettica) viene associato ad un codice univoco che ne facilita la eventuale, successiva sua circolazione, se del caso in un regime di non divulgazione con ciò mantenendo aperta ogni ipotesi di tutela e salvaguardando i diritti di deposito come design registrato a livello internazionale.
E' opzionale la possibilità di inserire, anche in un secondo tempo, la data di divulgazione del design, per la decorrenza dei termini di tutela come modello non registrato.
L'applicazione è utile anche in ottica difensiva, per dimostrare l'esistenza dell'aspetto di un prodotto in una data certa.
Come per Certicloud Proof, l'utente potrà scegliere se conservare o meno la 'copia di cortesia' del documento. Inoltre la validità del documento è sempre tutelata 'by design', essendo verificabile sia con l'apposità funzionalità di CertiCloud, che riscontrando autonomamente il record inserito in blockchain.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies
Caricamento...